Raccolta differenziata: Obiettivo RIFIUTI ZERO

Oggi smaltire rifiuti indifferenziati conviene solo alle Società che appaltano tale servizio. Per i Cittadini sono solo tasse sempre più alte. Invece, stimolare e puntare sulla Differenziata permette di abbassare tali tasse e, come avviene in diverse realtà, creare anche nuova occupazione con tutti i costi che si risparmiano.La differenza tra un’Amministrazione sprecona e una virtuosa, oggi, si misura dalla Raccolta Differenziata.Spingere ogni Cittadino a differenziare meglio i rifiuti vuol dire fargli pagare meno tasse.

A Botrugno è sempre mancata una seria attenzione nel promuovere costantemente e far attuare  una buona e corretta raccolta differenziata.

Un impegno forte della LISTA CIVICA APERTAMENTE sarà fare tutto il possibile per trasformare la “spazzatura” da costo per la collettività a risorsa per i cittadini.

Si intende quindi:

Avviare il Progetto ''RICICLO PREMIANTE''
Avviare il Progetto ”RICICLO PREMIANTE”, con lo scopo di incentivare la raccolta differenziata dei rifiuti urbani premiando i cittadini.Si prevede l’installazione di uno o più eco-compattatori che raccoglieranno bottiglie in plastica, vuoti di detersivi e lattine in alluminio, e in cambio i cittadini riceveranno dei ”buoni acquisto” del valore di 10 centesimi a pezzo da utilizzare per la spesa negli esercizi commerciali che aderiranno all’iniziativa.Con questo progetto si vogliono raggiungere i seguenti obiettivi:

  • aumentare la raccolta differenziata incentivando il ciclo virtuoso del recupero, riducendo le emissioni di CO2 nell’ambiente;
  • ridurre i costi di smaltimento per il comune e di conseguenza abbattimento dei costi per il cittadino;
  • creare nuova forza lavoro ed occupazione;
  • sviluppo delle attività commerciali, che potranno anche utilizzare degli spazi pubblicitari a loro disposizione, grazie alla creazione di un circuito di eco-marketing.

Tale intervento è da considerarsi a costo zero: infatti, a seguito del rilascio di una piccola porzione di suolo pubblico da parte dell’Amministrazione Comunale, la società incaricata provvederà all’installazione, manutenzione e gestione degli eco-compattatori gratuitamente.

Promuovere il Progetto RICICLO PREMIANTE
Promuovere il Progetto “RICICLO PREMIANTE” anche nelle scuole, con lo scopo di sensibilizzare i bambini, formandoli ed educandoli in tema ambientale, ed in sinergia con l’istituto scolastico individuare forme di premi che incentivino i bambini a differenziare.
Monitoraggio della RACCOLTA DIFFERENZIATA
Dotarsi dell’innovativo sistema RFID per il MONITORAGGIO DELLA RACCOLTA DIFFERENZIATA (già utilizzato in altre città). Tale sistema computerizzato permette di monitorare l’andamento della raccolta dei rifiuti da parte dell’amministrazione comunale per la rilevazione di dati relativi all’effettivo grado di utilizzo del servizio. L’azienda di smaltimento distribuisce presso i contribuenti dei bidoni o dei sacchetti dotati di un’etichetta RFID nella quale verranno memorizzati i dati identificativi del contribuente.
Quando gli operatori ecologici ritireranno i bidoni, queste informazioni, attraverso un lettore RFID, saranno trasmesse al sistema informativo del Comune. Considerando la frequenza di svuotamento dei bidoni ed il loro volume stimato, si potrà risalire a una stima della quantità di rifiuti smaltita da ciascun cittadino. Sarà quindi possibile, per l’Amministratore Comunale, confrontare questi dati  con quelli forniti dalla ditta incaricata alla raccolta.
Creazione dell'OFFICINA DEL RIFIUTO E DEL RIUSO
Creare l’OFFICINA DEL RIFIUTO E DEL RIUSO: una sede dove poter conferire materiale ingombrante e RAEE (Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) che verrà lavorato per renderlo differenziabile.
Ad esempio, un frigorifero portato presso un EcoCentro ha per l’Amministrazione Comunale un costo per lo smaltimento, che diventa tassa per i cittadini. Portandolo, invece, nell’Officina del Rifiuto e del Riuso, lo stesso frigorifero verrebbe reso differenziabile e venduto alle ditte che lo acquisterebbero per materia prima, diventando così una risorsa e non più un costo. Oppure, un piccolo elettrodomestico non utilizzato più da una famiglia, conferito nell’Officina del Rifiuto e del Riuso, potrebbe diventare risorsa per un’altra famiglia. Attraverso l’Officina del Rifiuto e del Riuso contiamo di creare nuova forza lavoro.
Il ritiro dei RAEE da parte dei Consorzi dai Centri di raccolta è completamente gratuito (in quanto il costo viene pagato dall’acquirente in fase d’acquisto del prodotto) il che vuol dire che per il Comune la raccolta dei RAEE è solo un guadagno derivante.
Installare la CASA DELL'ACQUA:
Installare la CASA DELL’ACQUA: un moderno impianto per la distribuzione di acqua naturale/frizzante, mirando ad incentivare il consumo di acqua pubblica: la più controllata, certificata da rigorosi controlli periodici dell’Asl e microfiltrata da appositi filtri in grado di trattenere tutte le impurità di grandezza fino a 0,5 micron (milionesimi di millimetro). Gli stessi filtri sono certificati TIFQ. Inoltre, a valle del filtro, è installata una lampada a raggi UV al fine di garantire l’eliminazione della carica batterica residua, quindi altamente sicura.
La somministrazione dell’erogatore presente nella Casa dell’Acqua è programmato per il rilascio di 1 litro d’acqua per un costo di 5 centesimi. L’acqua potrà essere prelevata con bottiglie di vetro che la società installatrice provvederà a distribuire insieme ad un cestello portabottiglie. Tramite apposite convenzioni con società distributrici, il Comune può dotarsi di tale struttura gratuitamente: infatti, a seguito del rilascio di una piccola porzione di suolo pubblico da parte dell’Amministrazione Comunale, la società incaricata provvederà all’installazione, manutenzione e gestione della Casa dell’Acqua gratuitamente. In tal modo, si vuole alleviare il problema di smaltimento delle bottiglie di plastica oltre che l’inquinamento causato dal trasporto su ruote sull’intero territorio nazionale.
Incentivare il COMPOSTAGGIO DOMESTICO
Incentivare il COMPOSTAGGIO DOMESTICO degli scarti organici e vegetali, prevedendo la formazione del cittadino sul corretto uso della compostiera e incentivi economici concreti per chi lo effettua.
Rivedere i CONTRATTI IN ESSERE
Qualora sia possibile, rivedere, anche prima della scadenza, il contratto in essere con la Società che gestisce il servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti solidi urbani al fine di migliorare il servizio stesso e valutare una possibile riduzione dei costi.
Shares

Shares